Mystery, Santuario di Arantzazu, Oñati. Guipuzcoa

Miguel A. Alonso del Val e Rufino J. Hernández Minguillón

Sotto la Cappella del Santuario del XVI secolo che ricorda il vecchio Santuario, viene creato un nuovo riferimento simbolico per ospitare l’ultimo dono di Oteiza ad Arantzazu: il “Mistero” che mostra un frate che offre un’immagine della Vergine al popolo. Una scultura donata nel 2001 dallo scultore al suo amico il poeta Bitoriano Gandiaga e rilanciata da Tomás Bañuelos nel 2005.

Questa possibilità consente di creare uno spazio intimo che ricorda lo spazio eremitico primitivo del Santuario, ma non è un rivale della Basilica o un protagonista religioso. Uno spazio che si scopre tra la roccia e le pareti di cemento e contiene un unico tema destinato all’esperienza interiore, abbracciando l’irrequieto all’interno della tradizione originale del Santuario: Sentiero, Dramma, Silenzio e Luce.

Uno spazio per coloro che, visitatori o pellegrini, sono attratti da qualcosa di più nella loro vita e cercano una soglia di trascendenza. Arrivare, attraversare e rimanere è una sequenza personale che conduce verso un’altra dimensione dell’Incontro Spirituale.

   Miguel A. Alonso del Val

 


foto © ah asociados

La traduzione è a cura di Paola Branciaroli

 

Leggi anche AH ASOCIADOS – IL MONASTERO DEL RINNOVAMENTO DI FITERO

AH ASOCIADOS – IL MONASTERO DEL RINNOVAMENTO DI FITERO