Con il patrocinio del

partenariato

partenariato

La chiesa di Santa Elizabeth Seton a Pleasanton | California

Siamo a Pleasanton, una cittadina della Bay Area, in California, indicata nel 2010 come uno dei luoghi più silenziosi degli Stati Uniti d’America. La principale chiesa cattolica è dedicata a Saint Elizabeth Ann Seton, la cui memoria si celebra oggi, 4 gennaio.

Santa Elizabeth Seton (New York, 28 agosto 1774 – Emmitsburg, 4 gennaio 1821) è stata la prima Born American ad essere canonizzata nella storia. Papa Paolo VI la proclamò Santa il 14 settembre 1975. Già Papa Giovanni XXIII la fece Beata il 17 marzo 1963.

All’età di diciannove anni Elizabeth Ann Bayley – questo il suo cognome da nubile – nata in una famiglia episcopaliana, sposò il commerciante protestante William Magee Seton con cui ebbe cinque figli. Quando il marito si ammalò, i medici consigliarono loro di intraprendere un viaggio in Italia: fu così che nel novembre del 1803 i coniugi Seton sbarcarono a Livorno. William Seton vi morì il 27 dicembre 1803 e venne seppellito in quello che oggi si conosce come l’Antico cimitero degli inglesi. Fu proprio in Italia che Elizabeth Seton cominciò ad avvicinarsi al cattolicesimo: per trovare sollievo al dolore della scomparsa del marito, venne portata da alcuni conoscenti a visitare il Santuario di Montenero. SI dice che dopo una celebrazione liturgica in questo santuario ebbe la rivelazione e decise di diventare cattolica. La prima chiesa al mondo dedicata a Santa Elizabeth Ann Seton si trova proprio a Livorno.

 

 

Saint Elizabeth Seton, Catholic Church

Catholic Diocese of Oakland

4001 Stoneridge Drive

Pleasanton, California

Architetti: Aaron G. Green Associates

 

 

La struttura della chiesa è di forma esagonale, e copre una superficie di 15.000 mq. Con posti per circa ottocento persone. Una corrispondente cupola bassa esagonale, di rame inguainato, copre lo spazio della sala in cui si riunisce l’assemblea. La cupola è intersecata da una piramide ottagonale, più alta, anch’essa ricoperta di rame. Verso il centro  un ampio lucernario fa penetrare la luce all’interno.

L’altare è collocato al centro della sala in cui si riuniscono i fedeli, mentre i posti per i fedeli sono disposti sui tre lati, a sinistra e a destra dell’ingresso e dietro l’altare sul fondo. L’interno venne pensato sulla base delle esigenze post Concilio Vaticano II.

Il leggio è posto di fronte al fonte battesimale, sul lato dell’entrata principale, e chi legge si rivolge al celebrante e ha l’assemblea alla sua destra, alla sua sinistra e di fronte – dietro il celebrante. Il fonte battesimale, costituito da un’ampia vasca, è costruito in calcestruzzo prefabbricato e rivestito con piastrelle in mosaico di vetro, di colore azzurro.

Alla chiesa si può accedere non solo dall’ingresso principale, ma anche da porte finestre sui lati a est e a ovest.

Un grande scultura in bronzo, eseguita da Heloise Crista della Frank Lloyd Wright Foundation, raffigura Santa Elisabetta Seton in un abbraccio protettivo dei bambini. La scultura è stata collocata sopra un basamento al centro della vasca che sta alla base della piramide di rame.

Condividi articolo
Share on facebook
Facebook
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp
Articoli correlati

Ultimo numero di thema

BACHECA THEMA

Newsletter Themaprogetto.it

Rimani aggiornato su tutte le attività del portale e della rivista THEMA

error: Avviso:Questo contenuto è protetto