Con il patrocinio del

partenariato

partenariato

Dongkyu Choi , Lee Eunseok- Saemoonan Church -Seul, Corea

 

LA CHIESA DI SAEMOONAN COME SPAZO PUBBLICO DELL’AMORE PER IL PROSSIMO

Fondata come prima chiesa protestante coreana, la Chiesa di Saemoonan realizzò una nuova chiesa a Sinmunno, Gwanghwamun, per celebrare il suo 132esimo anniversario. La forma richiama quella delle braccia di una madre protese verso il cielo. Al momento del concorso di progettazione nel 2010, la comunità cristiana coreana  aveva posto il funzionalismo come strategia prioritaria per la costruzione della chiesa, e molte grandi chiese stavano mostrando la loro esistenza su larga scala. Tuttavia, la Chiesa di Saemoonan propose quattro distinti temi di costruzione dell’edificio come linee guida di base: la storicità, in quanto chiesa madre delle chiese protestanti coreane; il simbolismo delle porte aperte al cielo; la spazialità di esprimere Cristo come luce; uno spazio acquatico come significato di battesimo e armonia. Quindi, abbiamo adattato i temi con l’Amore di Dio e l’Amore per il prossimo e li abbiamo inclusi nel design. L’Amore di Dio è stato principalmente ritratto attraverso il simbolismo dello spazio, mentre gli aspetti riguardanti l’Amore per il prossimo si esprimono con l’aspetto esterno e la disposizione dell’edificio che si rivela nel centro della città.

La rinuncia  alle decorazioni , alla guglia e all’immagine gotica, che hanno dominato l’archetipo della costruzione della chiesa cristiana per duemila anni, sembra essere il valore principale che l’architettura ecclesiastica contemporanea ha dovuto affrontare. Pertanto, nella costruzione della Chiesa di Saemoonan, la guglia convenzionale è stata sostituita da un effetto curvo morbido che si apre rivolgendosi al cielo, e gli eccessivi ornamenti sono stati convertiti in espressioni semplici e astratte. Inoltre, invece di concentrarsi sul mostrare l’autorità della Chiesa, l’amore e la misericordia di Dio vengono metaforicamente espressi attraverso la morbida curva del fronte. Inoltre, invece di creare un’atmosfera spaziale solenne con la forma tipica del lungo corridoio, è stato proposto un nuovo spazio di culto periodico con una cappella a forma di ventaglio che favorisce la partecipazione dinamica tra i credenti.

L’intenzione di realizzare l’Amore per il prossimo è chiaramente visibile in tutta l’architettura della Chiesa di Saemoonan, e questo sembra essere un progetto che le chiese del XXI secolo devono fortemente tenere in considerazione. In altre parole  una natura pubblica e un programma di gestione dello spazio che sostiene la vita quotidiana e il comfort dei cittadini devono esistere nella chiesa, piuttosto che  una  produzione di massa  di architetture ecclesiastiche in una forma unidimensinalmente  simbolica come mezzo di illuminazione missionaria . Il cortile di Saemoonan, entro il fronte cavo della facciata e la porta ad arco piegato,  tipologie di architettura ecclesiastica  uniche   che non si trovano in nessun’altra parte del mondo, è destinato a diventare un luogo di riposo per i cittadini aprendo la chiesa ai  residenti   piuttosto che essere  uno spazio di culto riverente di natura chiusa come un monastero . Il collegamento diretto aperto  dalla  hall verso il Sejong Center for the Performing Arts dimostra anche l’apertura della chiesa. Qui, anche la piccola cappella, sarà utilizzata come spazio culturale aperto. Nella foresta di edifici di Seoul, la Chiesa di Saemoonan offre riposo al centro della città  attraverso le sue opere spaziali che si dispiegano liberamente aprendosi e svuotandosi, piuttosto che reagendo con una filosofia commerciale uniformandosi agli edifici circostanti. È così che una chiesa contemporanea esprime il suo Amore per il prossimo alla città attraverso il pubblico.

La scatola di vetro trasparente, che sembra scomparire nel cielo oltre la parete  curva, non solo forma angoli per un’armonia morfologica che è in contrasto con la parete curva, ma è anche una strategia architettonica che mira a proteggere le generazioni future dalle strade congestionate e diventare una luminosa Education Hall con un giardino sul tetto. Inoltre, l’ultimo piano dell’edificio Education Hall e lo spazio della Cross Tower possono diventare uno spazio commemorativo aperto a tutti i cittadini  di Seoul  da dove il bellissimo panorama del centro può essere goduto al massimo, proprio come le molte chiese del mondo che spesso aprono la loro cupola all’ultimo piano, ai visitatori.

testo fornito dgli autori  DongKyu Choi,  Eunseok Lee

Traduzione a cura di Alessio Agostinone

– Project name : Saemoonan Church
– Architect : Dongkyu Choi (SEOINN DESIGN GROUP),Eunseok Lee (Kyunghee Univ.) )
– Location : 97, Saemunan-ro, Jongno-gu, Seoul, Republic of Korea
– Program : Religious facility
– Site area : 4,219.2§³
– Building area : 2,452.9§³
– Gross floor area : 31,909.57§³
– Building scope : B6, 13F
– Height : 67. 93m (79.93m including bell tower)
– Building to land ratio : 58.14%
– Floor area ratio : 379.91%
– Completion : 2019
– Principal architect : Dongkyu Choi (SEOINN DESIGN GROUP), Eunseok Lee (Kyunghee Univ.)
– Construction : CJ Engineering & Construction Co., Ltd.
– Interior design : Kukbo
– Lighting design : Eon Design
– Photographer : Juneyoung Lim

 

 

foto  per gentile concessione dello studio Seoinn Design Group+ Lee Eunseok

 

 

 

 

 

ilovepdf_merged (1)

 

Condividi articolo
Share on facebook
Facebook
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp
Articoli correlati

Ultimo numero di thema

BACHECA THEMA

error: Avviso:Questo contenuto è protetto