GPA&A Gustavo Penna Arquiteto e Associados – Regina Mundi Museum-Caeté – Minas Gerais- Brasile

REGINA MUNDI MUSEUM

Madre di Dio, Madre Terra,
Nell’Aura è il simbolo della sua pura presenza.
Trascendente. Santo.
La cima di Serra da Piedade accoglie l’espressione
magnifico della sua immagine, che si diffonde come un vasto mantello naturale.
Quell’anello bianco fatto con il ferro di montagna, segnala e solenne la devozione.
Un posto da molto lontano, altissimo, per pensare all’amore e alla generosità.
                                                                                             Gustavo Penna

 

Uno spazio di devozione dedicato a Maria, la madre di Gesù. La sua posizione, benedetta dalla natura, esalta la Serra da Piedade ed il santuario di Nossa Senhora da Piedade, due spazi sacri siti sulla sommità della montagna, uno ad est e l’altro ad ovest.
La strategia è quella di sottolineare la geologia distintiva di questo posto. I vecchi edifici militari sono stati demoliti e la ritrovata semplicità di questo posto è garantita da due edifici che si adattano impercettibilmente alla montagna. Le placche diventano pendii morbidi, con un mantello fatto di vegetazione che vi si adagia sopra. Lo scavo è minimo, quell che basta a livellare il terreno ed ancorare l’edificio alla topografia esistente. I confini di questi due nuclei si dissolvono, grazie ad una geometria che unisce le rocce presenti e i pendii dolci, associandoli alla vegetazione locale. Si percepisce un edificio quasi invisibile, integrato nella motagna.

Allo stesso tempo, il tema esplicato necessita di un simbolo visibile, equivalente a quello che rappresenta. Facendo una metafora, possiamo dire che viene scelta la rappresentazione indiscussa del divino: l’aura di purezza. UN anello metallico di 20 mt di diametro si posa sulla Iron Mountain, diventando il velo ed il mantello di Maria. Simbolicamente, la maternità divina è connessa a madre natura, al mondo naturale e a quello umano.
L’elemento circolare è una cornice sospesa sul paesaggio, e dirige lo sguardo dei visitatori al cielo e al panorama circostante. Venendo dalla strada che porta al Santuario, ed una volta arrivato alla reception del museo, si vede questo bagliore dorato in lontanaza. Man mano che si avvicina, ci si trova immersi in uno spazio intangibile, protetto, che evoca il sacro ed invita alla riflessione. Ognuno è portato a fare silenzio e può accedere al museo tramite un atrio circolare, in cui una rampa e delle scale portano al piano superiore.
Al piano terra, il visitatore è condotto attraverso il percorso espositivo, dove si immerge nella storia di Maria e delle sue manifestazioni nel mondo.
Dopo il percorso, si giunge in un ampio open space situato ad est. Attraversando la caverna dell’esposizione, sembra di rivivere il processo della nascita.
Poi compare uno spazio ellittico, abbracciato dal manto erboso su cui si innalza il cerchio metallico. Questo è sia uno spazio di aggregazione, sia uno spazio di silenzio e contemplazione; è presente un gazebo, e vi si possono organizzare eventi, dalle messe all’aperto alle esibizioni musicali.
La cappella è un luogo sacro, sito in un posto ancor più riservato. Si tratta di uno spazio di contemplazione aperto alla natura, frutto del tempo e dei fenomeni natuali, come la caverna di un eremita.
Dopo essere passato attraverso questi spazi, il visitatore continua il percorso, e giunge nell’area ristoro. Da qui, è coinvolto un’ultima volta nell’aura contemplative del luogo, e la sua visita è conclusa.

traduzione a cura di Eugenia Maria Di Biase 

 

info 

testo e disegni forniti  dagli autori  GPA&A Gustavo Penna Arquiteto e Associados

Architecture

Gustavo Penna, Laura Penna, Norberto Bambozzi, Ada Penna, Alice Flores, Barbara Novais, Carolina Castro, Eduardo Magalhaes, Fernanda Tolentino, Gabriel Souza, Gabriel Moura, Henrique Neves, Hugo Leite, Julia Salgado, Naiara Costa, Oded Stahl, Patricia Gonçalves, Paula Sallum, Raquel Resende, Raquel Moura

Management and Planning

Risia Botrel, Isabela Tolentino and Taimara Araújo

Location

Caeté – Minas Gerais – Brazil

Technical Data

Project year: 2015

Construction area: 4,787m²

Images

Casa Digital

Condividi articolo
Share on facebook
Facebook
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp
Articoli correlati

Ultimo numero di thema

BACHECA THEMA