Le opere a sfondo cattolico nel Museo Cascella a Pescara

Dopo circa 15 anni di abbandono, il Comune di Pescara ha affidato la gestione del Museo Cascella alla Fondazione Genti d’Abruzzo che già gestisce l’omonimo Museo. Sono stati necessari diversi mesi ed il lavoro di molte persone per sistemare la struttura e poi ridefinire l’allestimento delle opere. Grazie al lavoro gratuito dell’architetto Mariano Cipollini ora le opere esposte hanno una loro logica che consente di valutare il percorso culturale dei singoli artisti ma anche l’evoluzione di una famiglia, i Cascella, che per cinque generazioni ha prodotto opere d’arte di varia natura: dipinti, ceramiche, statue ecc.
Tra le tante opere esposte ve ne sono alcune di chiara influenza religiosa in particolare nella produzione del capostipite Basilio Cascella, poi Pietro lo scultore e numerose le opere di Tommaso, dalla maiolica ai dipinti,ecc…
I temi religiosi rappresentati sono vari e di grande pregio e significato religioso. Alcuni legati alle tradizioni locali come la litografia del 1906 di Basilio Cascella “ La serpara ed il devoto”, la “processione” di Andrea Cascella del 1928. Poi le rappresentazioni della “Madonna del Popolo” maiolica del 1929 di Basilio, per arrivare ala “Madonna della Pace” di Basilio.
Ma non mancano le processioni, quella di Andrea maiolica del 1928, di Tommaso olio su tela del 1940. Bellissimo poi il pastello di Tommaso sul presepe di Crecco, la “natività maiolica” del 1933 e la “figura di San Rocco” del 1933 entrambe di Tommaso
Complessivamente le opere a sfondo religioso sono circa una quindicina e consentono un percorso culturale religioso all’interno del più ampo percorso culturale composto di circa 600 opere.
L’influenza religiosa percorre tutto l’arco temporale di un secolo e mezzo in cui questa importante famiglia di artisti ha prodotto opere di grande valore artistico. Ma le opere a sfondo religioso si ritrovano anche in giro per l’Italia dove essi hanno operato. In questo momento molto appezzate sono le sculture realizzate nelle Chiese di Matera, capitale europea della cultura per il 2019.
A tal riguardo il progetto “ Fuga dal Museo” che dovremmo realizzare verso la fine dell’anno è proprio la ricerca delle opere del maestro Pietro Cascella e del fratello Andrea nella nostra Regione, a cominciare dalla “Nave” a Pescara e alla Tomba di Basilio al cimitero di San Silvestro di Pescara.

Dott. Roberto Marzetti
Presidente Fondazione Genti d’Abruzzo ONLUS

Le foto per gentile concessione del museo Cascella  sono di Stefano Aquilano.