IL MUSEO DIOCESANO BELLUNO-FELTRE. FELTRE, ANTICO VESCOVADO

Il percorso museale

Il museo è ospitato nell’antico palazzo vescovile feltrino e presenta oltre 250 opere provenienti dai territori delle due antiche diocesi di Belluno e di Feltre.

Il percorso di visita prende avvio dall’ampio androne d’ingresso affrescato nel 1504 e si articola in 25 sale espositive distribuite su quattro livelli, più le soffitte adibite a uffici, depositi e celle di conservazione climatizzate, il laboratorio didattico e una sala multimediale con un grande pannello touch-screen, che consente di navigare attraverso la storia della diocesi, quella del palazzo e del suo restauro e quella delle opere esposte, cui sono dedicati numerosi approfondimenti specifici.

Le scelte museografiche e allestitive sono strutturate per nuclei tematici, allo scopo di instaurare un dialogo creativo tra contenitore e contenuto, che induca alla riflessione sugli argomenti trattati, con particolare riguardo alla funzione originaria dei beni esposti, al loro valore spirituale e di comunicazione pastorale, al loro interesse storico e artistico.

L’itinerario si sviluppa attraverso testimonianze di pittura, scultura, oreficeria, tessitura, che vanno dall’alto medioevo all’età contemporanea; si tratta in prevalenza di beni individuati grazie all’attività di catalogazione e di ricerca promossa dalla Diocesi a partire dal 2002, concessi in deposito dagli enti proprietari.

Oltre ad alcuni elementi di eccezione come il Calice del diacono Orso del VI secolo, la Croce post-bizantina del 1542, la Madonna in alabastro del XV secolo, il Reliquiario a busto di S. Silvestro dell’orafo fiorentino Antonio di Salvi risalente al 1497, sono esposti capolavori di Jacopo Tintoretto, Sebastiano Ricci, Andrea Brustolon, Francesco Terilli, Luca Giordano, Federico Bencovich, Gaspare Diziani, Domenico Corvi, Nicola Grassi; un’ampia sezione è riservata alla scultura lignea dal tardogotico al rococò, che presenta numerose opere inedite, recentemente restaurate.

L’architettura

Il palazzo dei vescovi di Feltre si sviluppa a partire dal XIII secolo attorno a due antiche torri urbane, nel cuore della cittadella fortificata. Gravemente danneggiato dal sisma del 1348, sarà ristrutturato e ampliato nel corso nel XIV e del XV secolo, fino a raggiungere, alla fine del Quattrocento, le dimensioni attuali.

Nuovi interventi si rendono necessari in seguito all’incendio che distrugge la città nel 1510; tra la fine del XVI e gli inizi del XVII secolo l’edificio è oggetto di un’importante ristrutturazione che lo conduce alla configurazione attuale, cui si aggiungerà, nel tardo Seicento, la torretta sul lato ovest.

Dopo decenni di abbandono e di chiusura, dal 1999 l’antico vescovado è sottoposto a lunghe e complesse operazioni di restauro, che portano nel 2007 all’apertura dell’ala orientale e che si concludono nel 2018, con la completa restituzione alla città di questo straordinario monumento, nella rinnovata veste di museo diocesano.

Tiziana Conte

Conservatrice del Museo Diocesano Belluno-Feltre





Informazioni:

Museo Diocesano Belluno-Feltre
Via Paradiso, 19 32032 Feltre (BL)
Tel. 0439 844082

www.museodiocesanobellunofeltre.it

info@museodiocesanobellunofeltre.it

Direttore  mons. Giacomo Mazzorana

Conservatrice Tiziana Conte
direzione@museodiocesanobellunofeltre.it

Immagini: Luigi Baldin fotografo d’arte


Apertura:

Venerdì, sabato, domenica

Orario estivo: 9.30-13.00 e 14.30-19.00

Orario invernale: 9.00-13.00 e 14.00-18.00

Accessibilità disabili
Il museo è dotato di ascensore ed è accessibile in tutti i livelli della struttura.

Bookshop

In portineria è allestito un piccolo bookshop, dove è possibile acquistare la guida-catalogo e diverse pubblicazioni di storia dell’arte del territorio.

Museo Diocesano Belluno-Feltre. Feltre – antico vescovado, a cura di T. Conte, Belluno, Tipografia Piave, 2018. ISBN 9788898639748.

https://www.facebook.com/museodiocesanoBellunoFeltre/?ref=br_rs