Il Museo Statale di Mileto, è un Museo calabrese, si trova nel centro storico di Mileto, in provincia di Vibo Valentia, a fianco della Cattedrale.

Istituito nel 1997, su iniziativa di Mons. Domenico Tarcisio Cortese, Vescovo della Diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea, dei Soprintendenti della Calabria, nonché dei rappresentanti delle amministrazioni territoriali locali, è stato inaugurato il 9 agosto dello stesso anno, a seguito di una convenzione del 1991 tra il Ministero per i Beni Culturali e Ambientali, la Diocesi di Mileto – Nicotera – Tropea, l’Amministrazione Provinciale di Vibo Valentia e il Comune di Mileto.

Nell’anno 2016 è stata rinnovata la convenzione tra Ministero  dei  Beni  e delle attività culturali e del turismo (Polo Museale della Calabria), Comune di Mileto e Diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea, Ente proprietario di gran parte delle opere in esposizione.

Il Museo di Mileto è pertanto uno strumento prezioso per la lettura critica della storia millenaria della città di Mileto, già capitale del Regno Normanno e prima sede episcopale latina del Meridione.

E’ allestito nel palazzo vescovile (sec. XIX), opportunamente restaurato ed adeguato ed espone, un cospicuo patrimonio d’arte di notevole rilevanza, che abbraccia un arco temporale compreso fra l’età tardo imperiale ed il XIX secolo. La raccolta, ordinata inizialmente in sei sale espositive disposte su due piani, è divisa in sezioni determinate dalla sequenza cronologica.

Negli anni 2013-2014 sono stati completati i lavori di ristrutturazione di ulteriori spazi espositivi, di circa 500 mq, resi fruibili e che attendono di essere definitivamente allestiti nell’ambito dell’allargamento dell’offerta culturale. I lavori di ampliamento del Museo, a cura della Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio per le Province di Reggio Calabria e Vibo Valentia, istituita nel 2009, sono stati eseguiti con fondi programmati nel lontano 2000, per questa finalità. I lavori di ristrutturazione hanno riguardato il rifacimento di: pavimentazioni in cotto, intonaci, soffitto, impianti elettrico, riscaldamento e illuminotecnico, la realizzazione di due scale di accesso e la tinteggiatura.

Le due sale, poste al piano terra, accolgono reperti archeologici e manufatti medioevali pertinenti all’ex Abbazia benedettina della SS. Trinità e dall’antica Cattedrale, situati nell’antica città elevata nell’anno 1000 da Ruggero d’Altavilla a capitale della propria contea, nell’ambito del processo di latinizzazione del meridione d’Italia. La vecchia città viene abbandonata dopo il terremoto del 1783.

Le successive quattro sale, collocate al primo piano, ospitano una ricca sezione di sarcofagi trecenteschi, suppellettile liturgica e statuaria, nonché paramenti sacri, sculture e dipinti, che documentano la storia della città.

All’interno del Museo sono custoditi beni mobili di rilevante valore storico – artistico, suddivisi per epoche storiche, tra i quali: statue delle Tre virtù (XIV secolo), in marmo, opera dello scultore meridionale detto Maestro di Mileto, sarcofago di Ruggero Sanseverino (XIV secolo), in marmo, del Maestro di Mileto, Crocifisso (1640 ca.), in avorio, di Alessandro Algardi, Madonna della pace (1855), olio su tela di Giuseppe Naso, busto di San Fortunato martire (1877), in argento, di Gennaro Pane. Inoltre nelle sale al piano primo sono conservati preziosi oggetti liturgici e paramenti sacri tra i quali: Pianeta (XVII secolo), di manifattura meridionale. Turibolo e navicella portaincenso (XV secolo), in argento cesellato, di bottega napoletana e Velo omerale (XIX secolo).

Il Museo di Mileto ormai da anni si sta arricchendo di nuovi reperti di privati. All’interno si promuove la salvaguardia, la fruizione, la conoscenza scientifica, la valorizzazione culturale e religiosa, lo sviluppo della potenzialità educativa degli oggetti da esso custoditi, la produzione artistica e religiosa dell’intero territorio diocesano, nonché l’organizzazione di varie tipologie di eventi culturali.

Un ringraziamento particolare va a S.E. Rev.ma Mons. Luigi Renzo, Vescovo della Diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea ed al Dott. Faustino Nigrelli, Direttore del Museo Statale di Mileto, per la concessione delle necessarie autorizzazioni per codesta pubblicazione.

Maria Rosaria Fascì e Vincenzo Giannini, Architetti 

Architetti esperti in beni culturali già Ispettori Onorari SBEAP MiBACT per l’intero Comune di Reggio Calabria e la Provincia di Vibo Valentia





Come raggiungere il museo

Indirizzo: Via Episcopio, 15, 89852 Mileto (VV)

Altre informazioni

Orari: Martedì-Domenica 9.30-18.30 Chiusura settimanale: Lunedì;

Contatti: Tel. 0963/337680

E-mail   pm-cal.mileto@beniculturali.it

 

Fotografie e didascalie: Arch. Maria Rosaria Fascì

Ti potrebbero interessare