La piazza del villaggio di Černá è di forma longitudinale, e nella zona a sud lo spazio si allarga leggermente. La cappella di Sant’Antonio si trova nell’area sud, costeggiata da un ruscello.

La forma simboleggia una barca lignea, fissata da assi in legno, che fluttua leggermente sul suolo e che si avvicina all’argine del ruscello. Le superfici sono accentuate da diversi elementi metallici massicci, come la porta di ingresso, la rampa di accesso, la serranda della finestra, il supporto della campana. Il materiale dominante all’interno è il legno, usato sulle pareti e sul soffitto, ed è in contrasto con il marmo utilizzato nei pavimenti. Il tabernacolo è lapideo. L’unica nota di colore è data dalla porta del santuario, realizzata in vetro rosso. Tutti gli arredi sono in legno laccato nero. Come riminescenza storica, c’è una statua lignea di Sant’Antonio che prima si trovava nella cappella funebre del castello.

La leggera struttura in legno è posizionata su fondamenta in cemento armato. Un solaio rialzato, in cemento armato, protegge l’edificio da eventuali allagamenti; la ventilazione è garantita da uno spazio tra le fondazioni ed il solaio. La struttura lignea consiste in un telaio aggangiato al solaio da flange metalliche.

Ladislav Kuba

Traduzione  cura di Eugenia Maria Di Biase

 

info

Luogo: Černá u Měřína, Repubblica Ceca
Committente: Obec Černá u Měřína
Autore: Ladislav Kuba, Tomáš Pilař
Collaborazione: ing. Michal Zajíc, ing. Miroslav Bayer, Martin Klimecký
Fine lavori: 2006
Foto: Filip Šlapal