Landandart – andar per arte- Suggestivi paesaggi delle colline piemontesi di “un’altra Langa”

 

Al via da sabato 8 giugno

“Landandart – andar per arte”

 Progetto pluriennale di valorizzazione del territorio del Monregalese attraverso i diversi linguaggi artistici contemporanei, con il coinvolgimento di attori locali, nazionali e internazionali. Creato dall’associazione culturale VIA

 Ad inaugurare il progetto l’installazione

MIRACLE di Emilio Ferro

Dall’8 giugno 2024 Cappella di San Rocco Vicoforte (Cuneo)

www.associazionevia.org

www.landandart.it

 Al via da sabato 8 giugno 2024 “Landandart – andar per arte”, progetto pluriennale – creato dall’associazione culturale VIA – di valorizzazione del territorio del Monregalese (in provincia di Cuneo) attraverso i diversi linguaggi artistici contemporanei, con il coinvolgimento di attori locali, nazionali e internazionali.

In particolare, “Landandart” propone una serie di percorsi naturalistici pensati per far conoscere i suggestivi paesaggi delle colline piemontesi di un’”altra Langa”, quella più nascosta e più selvatica, dove spiccano Mondovì e Vicoforte, scoprendo luoghi storici e cappelle, impreziositi da interventi site specific realizzati da artisti attivi sulla scena internazionale.

Al centro dell’iniziativa l’Arte, declinata nei suoi molteplici linguaggi ed espressioni, e il Paesaggio, inteso sia come insieme di luoghi in cui scoprire beni architettonici da valorizzare e da promuovere, sia come elemento naturale da esplorare attraverso sport all’aria aperta, in particolare trekking e bike.

Ad inaugurare il progetto, sabato 8 giugno 2024 sarà MIRACLE dell’artista Emilio Ferro, un’installazione site specific permanente ideata per la Cappella di San Rocco, situata lungo la via che porta al celebre Santuario di Vicoforte. L’opera si compone di una struttura metallica di luce di oltre 18 metri che attraversa lo spazio della cappella, indicando la via verso il Santuario, e di una registrazione sonora, creata dall’artista grazie al mescolamento delle vibrazioni dei campi magnetici della cappella e del Santuario, insieme con campioni di suoni provenienti dal paesaggio circostante.

Grazie all’associazione VIA, l’opera MIRACLE è stata inserita nel circuito “Chiese a porte aperte”. In questo modo, i visitatori potranno fruire dell’installazione liberamente, prenotando la visita della cappella e l’accensione dell’installazione per la durata di mezz’ora in qualsiasi giorno della settimana, attraverso un’App dedicata su smartphone.

A testimoniare la valenza territoriale del progetto, l’inaugurazione sarà inserita nel programma di Mondovì Music Festival, primo atto ufficiale di “Mo.Ví”, il nuovo contenitore degli eventi estivi organizzato dall’Amministrazione comunale monregalese.

L’inaugurazione prevede un programma ampio: i partecipanti potranno visitare il Santuario Regina Montis Regalis di Vicoforte dove scopriranno i magnifici affreschi che arricchiscono gli interni della cupola ellittica più grande al mondo; arriveranno a piedi, percorrendo una breve strada panoramica, alla Cappella di San Rocco dove li attenderà un piacevole aperitivo, con degustazione di prodotti del territorio e accompagnamento musicale dal vivo; al termine di questa pausa conviviale verrà svelata l’installazione artistica. I partecipanti che lo desiderano potranno liberamente proseguire a Mondovì per cenare nella suggestiva Piazza Maggiore, nell’ambito del weekend di eventi di Mondovì Music Festival.

È necessaria la prenotazione al link www.associazionevia.org/eventi/.

Il secondo intervento di “Landandart”, che verrà descritto nei dettagli nei prossimi mesi, sigla il primo episodio di un’importante collaborazione che VIA ha intessuto con l’associazione Arte Continua che, dopo molti anni di interventi artistici e culturali di grande impatto, realizzati principalmente in Toscana, ha deciso, attraverso il presidente Mario Cristiani, di affiancare e sposare il progetto. In autunno 2024 è prevista la presentazione dell’installazione di Giovanni Ozzola presso una cappella a Mondovì, alla presenza dei curatori Stijn Huijts e Nicolas Ballario.

Oltre alle opere site specific permanenti, “Landandart” prevede un palinsesto di eventi collaterali lungo gli itinerari tracciati. Quali concerti, proiezioni di film, presentazioni di libri, letture di poesie, visite guidate, appuntamenti enogastronomici e molto altro ancora.

Associazione culturale VIA

Fondata da Giulia Carbone, Geremia Siboni e Sergio Basso, l’associazione VIA prende il nome dall’incrocio tra MondoVI’ e Vicoforte – due dei centri più importanti del Monregalese dai quali si snodano i percorsi artistici – e A di Arte e di Ambiente.

VIA è un’associazione nata per la valorizzazione culturale e turistica del patrimonio naturalistico e artistico attraverso iniziative che spaziano dalle arti visive a tutte le altre espressioni artistiche contemporanee, musica, letteratura, cinema, arti performative, mettendo in relazione gli aspetti culturali con l’attenzione all’ambiente e alla sostenibilità.

 

MIRACLE di Emilio Ferro

Emilio Ferro – da sempre attratto dai temi che intrecciano le implicazioni profonde tra essere umano e natura, paesaggio antropizzato e quello naturale, luce e ombra, suono e silenzio – realizza in questa occasione un lavoro che proietta la matericità della natura verso la trascendenza mistica.Per MIRACLE, l’artista parte dal paesaggio per immaginare traiettorie nuove che attraversano l’architettura dell’antico edificio e suggeriscono percorsi inesplorati.Il primo elemento dell’installazione consiste in una struttura metallica di luce, sospesa, dalla forma a punta, con uno sviluppo totale di oltre 18 metri, che attraversa lo spazio interno della cappella proiettandosi al di fuori di essa e indicando la via verso il Santuario. Nello spazio esterno retrostante, un grande albero sorregge una lunga linea metallica di luce di oltre 6 metri: una forza generatriceche germina dal terreno e, grazie alla guida gentile dei rami, si indirizza verso la cappella, per completare il suo percorso nella freccia luminosa che guida idealmente il pellegrino di oggi.Le irregolarità delle linee naturali si mescolano con le forme geometriche nette, creando un equilibrio dinamico tra forze contrapposte. Una esperienza fisica e al contempo mistica, che Emilio Ferro trasferisce nel suo lavoro dove il calore e la forza evocativa della luce si intrecciano all’elemento metallico, di cui lui sfrutta la forza fino a sublimarla.L’artista si ispira al campo pittorico realizzato da Mattia Bortoloni nel Santuario di Vicoforte: proprio quell’immenso affresco dipinto sotto la cupola ellittica più grande del mondo, dove la sublime tecnica degli artifici scenografici accresce nell’osservatore il desiderio di trascendenza già ispirato dai tromp-l’oeil disseminati su una superficie di oltre seimila metri quadri. Uno slancio all’ascesi spirituale che nell’opera di Ferro si trasforma in luce, materia quanto mai inafferrabile, che dallo spazio chiuso della Cappella di San Rocco trova sorprendentemente una via d’uscita verso il cielo.Completa l’installazione un intervento sonoro creato dall’artista per l’occasione: dopo aver registrato i campi magnetici presenti nella Cappella di San Rocco e nel Santuario, e i suoni provenienti dal paesaggio circostante, Emilio Ferro ne ha campionato alcuni frammenti per comporre la colonna sonora psicoacustica che abbraccia la sua opera.  www.emilioferro.it/it

 

Il progetto Landandart è sostenuto da Fondazione CRC, Fondazione CRT; patrocinato da Provincia di Cuneo, Comune di Mondovì, Comune di Vicoforte, Fondazione Italia Patria della Bellezza; supportato da Visit Piemonte, ATL Cuneese, Ente Turismo Langhe Roero e Monferrato, Gal Mongioie, Confindustria Cuneo.

 

INFORMAZIONI PER IL PUBBLICO  

Landandart – andar per arte

Progetto di Associazione Culturale VIA Ente del Terzo Settore

www.associazionevia.org | www.landandart.it| info@associazionevia.org | +39 338 588 8797

 

 

Condividi articolo
Facebook
LinkedIn
Email
WhatsApp
Articoli correlati

Ultimo numero di thema

BACHECA THEMA

copertina

Newsletter Themaprogetto.it

Rimani aggiornato su tutte le attività del portale e della rivista THEMA

error: Avviso:Questo contenuto è protetto