Con il patrocinio del

partenariato

partenariato

L’OPERA DI LE CORBUSIER PATRIMONIO MONDIALE UNESCO

L’opera dell’architetto franco-svizzero Le Corbusier è stata iscritta nel Patrimonio Mondiale dell’Unesco: lo ha annunciato in un tweet l’organismo Onu per Scienza, Educazione e Cultura domenica 17 luglio riunitosi a Istanbul per la sua quarantesima sessione.

Le Corbusier creò un nuovo linguaggio architettonico e sviluppò le tecniche di costruzione cercando di rispondere alle esigenze della società moderna“, si legge nella nota. “La sua  opera opera rappresenta un approccio innovativo in termini di spazi e progettazione che ha esercitato grande influsso sull’edilizia in molte parti del mondo“.

La classificazione comprende una serie di 17 opere dell’architetto situate in sette Paesi (Francia, Svizzera, Belgio, Germania, Argentina, Giappone e India) a dimostrazione della dimensione planetaria del lavoro e della abilità nel “creare un nuovo linguaggio architettonico, capace di rompere con il passato” coprendo un arco di 50 anni di attività dell’architetto nato a La Chaux-de-Fonds nel 1887 e morto a Roccabruna nel 1965.

Tra esse, il Convento Sainte Marie de la Tourette, la chiesa di Saint Pierre a Firminy e la Cappella Notre Dame du Haut (vedi approfondimenti).

approfondimenti:

“Ronchamp: crocevia della modernità” – intervista alla prof.ssa Maria Antonietta Crippa

THEMA 3 – IL PAESAGGIO SACRALIZZATO – di Jessica Astolfi, Un viaggio nella Cappella di Ronchamp.

La candidatura dell’opera di Le Corbusier, presentata già due volte al Comitato del patrimonio mondiale nel 2009 e nel 2011, sotto l’egida della Francia era stata respinta con la richiesta di rielaborare il dossier presentato ridefinendo la serie riducendo tra l’altro il numero di architetture.

Elementi della serie:

1923: Casa La Roche-Jeanneret / Parigi, Francia
1923: Villa Le Lac / Corseaux, Svizzera
1924: Cité Frugès / Pessac, Francia
1926: Maison Guiette / Anversa, Belgio
1927: Case del quartiere Weissenhof / Stoccarda, Germania
1928: Villa Savoye e alloggio del giardiniere / Poissy, Francia
1930: Edificio Clarté / Ginevra, Svizzera
1931: Edificio Porte Molitor/ Boulogne-Billancourt, Francia
1945: Unité d’habitation / Marsiglia, Francia
1946: Fabbrica a Saint-Dié/ Saint-Dié-des-Vosges, Francia
1949: Casa del dottor Curutchet / La Plata, Argentina
1950: Cappella Notre-Dame-du-Haut / Ronchamp, Francia
1951: Cabanon de Le Corbusier / Roquebrune-Cap-Martin, Francia
1952: Complesso governativo / Chandigarh, India
1953: Convento Sainte-Marie-de-la-Tourette / Éveux, Francia
1955: Museo nazionale d’arte occidentale / Tokyo, Giappone
1953: Casa della Cultura di Firminy / Firminy, Francia

Condividi articolo
Share on facebook
Facebook
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp
Articoli correlati

Ultimo numero di thema

BACHECA THEMA

Newsletter Themaprogetto.it

Rimani aggiornato su tutte le attività del portale e della rivista THEMA

error: Avviso:Questo contenuto è protetto