Premio Europeo di Architettura Sacra 2019: entro il 17 maggio p. v. le candidature al bando indetto dalla Fondazione Frate Sole su progetti di chiesa di culto cristiano oggetto di tesi di laurea, dottorato e master

 

La Fondazione Frate Sole, allo scopo di promuovere sin dal periodo formativo universitario l’interesse e la ricerca nel campo dell’architettura di culto con il desiderio di promuovere e valorizzare i contributi di giovani laureati, istituisce con cadenza biennale il Premio Europeo di Architettura Sacra.

Giunto all’VIII edizione, il Premio è finalizzato ad apprezzare le qualità e le peculiarità che fanno dello spazio sacro un luogo di esaltazione spirituale, rispondente all’acquisita concezione comunitaria dell’azione liturgica. Si tratta di un riconoscimento, per oggetto e finalità, unico al mondo che ha già premiato giovani progettisti di ogni provenienza.

Gli elaborati progettuali, oggetto di tesi di laurea magistrale, dottorato o master, dovranno far comprendere la genesi dell’opera nella sua valenza creativa, l’espressione architettonica e le soluzioni adottate in relazione alla fruizione liturgica e dovranno essere presentati, insieme ai documenti richiesti nel bando, via mail, entro e non oltre venerdì 17 maggio 2019.

Possono partecipare i laureati che hanno sostenuto l’esame di laurea magistrale, singolarmente o in gruppo, dopo l’1 aprile 2016 e non oltre il 15 aprile 2019 presso le Facoltà di Architettura europee e presso le Facoltà di Architettura e Ingegneria Edile italiane.

Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione Frate Sole mette a disposizione 6.000,00 euro che, su proposta della Commissione Giudicatrice, potranno essere assegnati ad un solo o più progetti o divisi se verranno indicati più vincitori nel corso della cerimonia di premiazione che avverrà a Pavia il 3 ottobre 2019.

Nella Commissione giudicatrice il Presidente della Fondazione Frate Sole Arch. Luigi Leoni, Prof. Arch. Francesco Dal Co, Prof. Arch. Giorgio Della Longa, Prof. Arch. Esteban Fernandez Cobian, Arch. Caterina Parrello, Don Valerio Pennasso e Prof. Walter Zahner.

Nell’ultima edizione, sono stati individuati vincitori ex aequo, la polacca Irmina Niewczas (Hermitage. Prayer Enclave in Suchedniów), Stefano Campanini (Una nuova chiesa ortodossa per il quartiere Yzmaylovo a Mosca), Lucilla Di Paolo (Centro Parrocchiale San Vito di Taranto) e il gruppo composto da Giulia Drago, Federica Ingegno, Roberta Laera, Valentina Lazzaro, Simona L’Erario (Il castello di Rothenfels e la forma dell’edificio sacro).


Bando di partecipazione

Download (PDF, Sconosciuto)

 

Scarica la domanda di partecipazione all’VIII edizione


Con il patrocinio del Comune di Pavia, dell’Università degli Studi di Pavia, della Diocesi di Pavia, dell’Ordine degli Architetti di Pavia, dell’Ordine dei Frati Minori del Nord Italia, dell’Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto e del Pontificio Consiglio della Cultura.

La Fondazione Frate Sole è stata creata da padre Costantino Ruggeri (Adro, 1925 – Merate, 2007), artista di fama internazionale, con lo scopo di svolgere un’azione di sensibilizzazione e promozione nel campo della “chiesa costruita”.

Prima di essere ordinato sacerdote, nel 1951, padre Costantino Ruggeri ha compiuto gli studi classici nei conventi francescani di Saiano e di Sabbioncello e quelli teologici nel convento di Busto Arsizio, ove ha realizzato un ciclo di affreschi. Dal 1958 al 1962 ha frequentato l’Accademia di Brera e si è diplomato in scultura con una tesi sui simboli epigrafici cristiani delle catacombe.

Dal suo atelier nel Convento di Canepanova in Pavia, l’artista ha progettato opere quali la prima chiesa, Santa Maria della Gioia a Varese, la chiesa del Tabernacolo a Genova, il Carmelo femminile di La Spezia, la chiesa di San Paolo a Rho, la chiesa di San Giuseppe Artigiano a Matera. Nel 1993, ha progettato per la città di Yamaguchi, in Giappone, il nuovo santuario di San Francesco Saverio, ancora oggi edificio emblema della città. Nel 1987 riceve l’incarico di realizzare il nuovo Santuario del Divino Amore a Roma, consacrato il 4 luglio del 1999 da Papa Giovanni Paolo II. Pittore, scultore, architetto, vetratista, nel 1986 padre Costantino venne chiamato dal Cardinale Carlo Maria Martini a progettare Cappella Feriale nel Duomo di Milano, realizzando tutti gli elementi del nuovo spazio liturgico. Amico di Lucio Fontana, ha collaborato con architetti italiani tra cui Gio Ponti, Enrico Castiglioni, Luigi Figini e Gino Pollini.

Tra le iniziative della Fondazione che focalizzano l’attenzione sul tema dell’arte e dell’architettura sacra, la più importante è il Premio Internazionale, voluto fortemente da padre Costantino Ruggeri, rivolto alle realizzazioni dei nuovi edifici religiosi in tutto il mondo, a cui si è aggiunto il Premio Europeo destinato alla miglior tesi di laurea sulla progettazione di una nuova chiesa.

Per ulteriori informazioni collegarsi al sito: www.fondazionefratesole.org.