Con il patrocinio del

partenariato

partenariato

Raccolta Lercaro: programmazione del museo in tempi di distanziamento sociale

I TEMI DELL’AUTUNNO 2020:
PROGRAMMAZIONE DEL MUSEO IN TEMPI DI DISTANZIAMENTO SOCIALE

L’arte, per sua stessa natura, richiede esperienza diretta, scambio e confronto tra le persone. Ma in tempi di emergenza sanitaria come poter strutturare la programmazione di un museo che ha come vocazione principale proprio l’incontro tra i diversi vissuti di ciascuno?
La sfida non è semplice e il dibattito attuale su scala nazionale lo dimostra.

La Raccolta Lercaro, dopo i mesi di transizione post-quarantena, ha deciso di non fermarsi davanti alle difficoltà dello scambio sociale originate dalla necessità del distanziamento, ma di lavorare per trasformarle in nuovi stimoli di riflessione.
La scelta, per l’autunno 2020, è quella di puntare tutto sulla valorizzazione del proprio patrimonio artistico, soprattutto quello inedito o poco noto, per ripartire dalle origini: riscoprire le radici, prendere coscienza del valore di ciò che già ci appartiene, sviluppare una riflessione sul “chi siamo” per costruire il futuro e orientare in modo responsabile la direzione verso cui vogliamo andare.
Il primo invito al pubblico è già contenuto in questa scelta programmatica: ripensarsi a partire dall’esistente.
Il passo successivo è un’esortazione all’agire: dopo un periodo (settembre) di apertura solo su prenotazione per permettere lo svolgimento di lavori di riallestimento, dal 1° ottobre la Raccolta Lercaro riaprirà i propri spazi in modo regolare, negli orari consueti, e garantendo ogni misura di sicurezza. Ognuno è quindi invitato a rifrequentare gli spazi del museo per riempirsi occhi, mente e anima di rinnovata bellezza.

Mostre
LA COLLEZIONE NASCOSTA. OPERE DAI DEPOSITI
1 ottobre 2020-10 gennaio 2021

Il riordino dei depositi diventa occasione per riscoprire i tesori di casa e per riflettere sul valore intrinseco dell’opera di collezionismo del cardinale Giacomo Lercaro.
La mostra, infatti, presenta al pubblico una selezione di opere appartenenti alla collezione permanente, inedite o poco note perché quasi mai esposte.
Si tratta di lavori di Vasco Bendini, Remo Brindisi, Carmelo Cappello, Carlo Corsi, Gino Covili, Luciano De Vita, Joseph Duncan, Alfonso Frasnedi, Omar Galliani, Giovanni Korompay, Milena Milani, Federico Moroni, Concetto Pozzati, Ernesto Treccani, Giulio Turcato, Tullio Vietri e molti altri.

MOMENTI. FOTOGRAFIE DALLA QUARANTENA
1 ottobre-1 novembre 2020

La mostra virtuale realizzata sul sito del museo con le fotografie realizzate dal pubblico durante i giorni della quarantena diventa concreta e, per un mese, sarà fruibile negli spazi del museo. Si tratta di oltre cinquanta polaroid che documentano la quotidianità dei giorni di piena quarantena durante la pandemia da Covid-19: allestite semplicemente, come libere annotazioni su un’unica parete, osservate nel loro insieme restituiscono la forza della collettività, composta da persone diverse con punti di vista differenti, ma attraversata dalla possibilità di fare fronte comune per gestire con coscienza un momento di fragilità.
I temi emergenti dagli scatti sono molteplici: il limite fisico del corpo opposto alla libertà del pensiero, la convivenza con chi ci è accanto, l’ascolto del proprio corpo, l’affidamento alla preghiera, il riadattamento a tempi lenti e dilatati, la riscoperta con occhi nuovi delle cose date per scontato, la considerazione di prospettive diverse, l’incertezza del futuro e la necessità di stare nel presente.
Una lezione di vita di cui fare tesoro senza dispersioni di memoria.

AROLDO BONZAGNI E IL SUO TEMPO: IRONIA, SATIRA E DOLORE NELLE OPERE DI UN “PRIMO FUTURISTA”
14 novembre 2020-10 gennaio 2021

Mostra a cura di Francesca Passerini, Ilenia Carozza e Guicciardo Sassoli De’ Bianchi
Realizzata con il contributo della Fondazione Carisbo

Inaugurazione: venerdì 13 novembre 2020, ore 18.30 in collegamento webinar

Il restauro di un’opera è sempre un momento privilegiato per lo studio e la conoscenza di un artista. Così l’intervento conservativo sulla grande tela Cavalieri, dipinta nel 1912 da Aroldo Bonzagni (1887-1918), si trasforma in occasione di approfondimento sull’artista centese, ricordato troppo spesso solo ai margini di un discorso sul futurismo e probabilmente penalizzato, nella sua fortuna critica, da una scomparsa prematura, a soli 31 anni.
Bonzagni infatti è menzionato principalmente per la sua adesione al primo Manifesto dei Pittori futuristi, nel febbraio 1910, ma in realtà, dopo quella data, svilupperà un percorso di ricerca interessantissimo, fondato sull’acuta osservazione della realtà e sulla sua traduzione visiva in chiave ironica. La pittura e la grafica (composta da disegni e da illustrazioni di matrice politica e, in alcuni casi, pubblicitaria) mostrano una cifra stilistica personalissima e autonoma, costituita da una segno vibrante e da un’impostazione influenzata dalla conoscenza degli esiti secessionisti.
L’approfondimento proposto dal museo offre al pubblico la fruizione delle opere di Bonzagni presenti in collezione – pervenute negli anni Ottanta grazie alla donazione della sorella, Elva Bonzagni Poggi – e un focus sul clima culturale di inizio Novecento, culla per le sue sperimentazioni artistiche.

Giovani artisti
IMPRONTE. PROGETTO PER GIOVANI ARTISTI
A cura di Andrea Dall’Asta, Claudio Musso, Francesca Passerini e Laura Rositani

Per riflettere sui temi messi in luce dall’attuale epidemia di Covid-19 quali l’uomo, la fragilità della sua condizione esistenziale e il rapporto con la natura, la Raccolta Lercaro ha deciso di riconvertire la programmazione prevista per i prossimi mesi per mettere a disposizione di tre giovani artisti under 30 – selezionati mediante bando pubblico – alcuni dei propri spazi espositivi da trasformare in atelier.
Dalla vicinanza con il Nuovo Forno del Pane attivo presso il MAMbo-Museo d’Arte Moderna di Bologna nasce il progetto IMPRONTE: uno spazio creativo che vuole diventare terreno di incontro e di dialogo sulle tematiche del sacro inteso come interrogativo di senso sull’esistenza.
Entro marzo 2021 i tre artisti saranno chiamati a realizzare un’opera originale sul tema “Libertà e responsabilità. L’uomo di fronte alle sfide della vita” attraverso i linguaggi e i materiali contemporanei a ciascuno più consoni (scultura, pittura, grafica, video-art…).

Conferenze e formazione insegnanti
ASCOLTARE COL CORPO.
L’ARTE IN DIALOGO CON LA MUSICA, LA LETTERATURA E LA TEOLOGIA
Ciclo di incontri formativi con riconoscimento MIUR

La Raccolta Lercaro propone un ciclo di incontri formativi rivolti agli insegnanti, agli educatori, a chi si occupa in prima linea di mediazione culturale e a tutti coloro che sono interessati a un approfondimento di queste tematiche.
Il corso – articolato in 11 incontri – ha l’obiettivo di mettere in relazione non solo linguaggi espressivi diversi, ma anche di leggerli e interpretarli alla luce delle categorie di pensiero della filosofia, della psicologia e della teologia non solo per assimilarli a livello teorico, ma anche per farne esperienza diretta. Verranno infatti proposte visite a diverse opere della collezione d’arte del museo e un incontro, l’ultimo, a taglio esperienziale.
È possibile partecipare in presenza o attraverso webinar.

Gli insegnanti e gli educatori che desiderano ottenere i crediti formativi devono iscriversi al corso completo (per una durata complessiva di 20 ore) attraverso la piattaforma S.O.F.I.A. e poi perfezionare l’iscrizione accedendo al sito del museo e specificando la modalità di partecipazione scelta per ogni incontro (in presenza o in webinar).
https://www.istruzione.it/pdgf/
https://www.fondazionelercaro.it/conferenze-2020-2021/

Chi non è interessato all’ottenimento dei crediti e vuole partecipare solo a uno o più incontri deve iscriverti a ogni singolo appuntamento attraverso il form presente sul sito del museo. https://www.fondazionelercaro.it/conferenze-2020-2021/

PRESENTAZIONE DEL LIBRO LA MANO DELL’ANGELO – LA VERGINE DELLE ROCCE DI LEONARDO, IL SEGRETO SVELATO
10 novembre 2020, ore 18: conferenza a cura dell’autore, Andrea Dall’Asta SJ

 

Didattica e laboratori
PROPOSTA EDUCATIVA PER LE SCUOLE
Anche per l’anno scolastico 2020-21 la Raccolta Lercaro offre una proposta educativa diversificata, rivolta alle scuole di ogni ordine e grado, pubbliche e private.
Le modalità di svolgimento possono essere diverse, in base alle esigenze della scuola: in museo, in video-collegamento, in classe.
Tutte le info sul sito del museo: https://www.fondazionelercaro.it/didattica/

LabOratorio L’ARTE RACCONTA LA FEDE
Durante tutto l’anno scolastico, da settembre a giugno, il museo è disponibile ad accogliere classi di catechismo e gruppi di fede per svolgere attività centrate sui temi portanti della fede cristiana a partire dall’osservazione attiva di alcune opere d’arte della collezione permanente.
Tutte le info sul sito del museo: https://www.fondazionelercaro.it/larte-racconta-la-fede/

 

foto copertina per gentile concesione della Fondazionelercaro-Concetto Pozzati (1935-2017) Pane quotidiano 1986 Acquerello e smalto su carta

ORARI DI APERTURA
Settembre: solo su prenotazione
Dal 1 ottobre 2020: Giovedì-Venerdì, 10-13 / Sabato-Domenica, 11-18.30

Aperto: 1 novembre, 26 e 27 dicembre; 2, 3 e 6 gennaio 2021
Chiuso: 8 dicembre; 24, 25 e 31 dicembre; 1° gennaio 2021

Ingresso libero

Raccolta Lercaro
Via Riva di Reno 57 – Bologna
Tel. 051 6566210-211
segreteria@raccoltalercaro.it
www.raccoltalercaro.it

Condividi articolo
Share on facebook
Facebook
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp
Articoli correlati

Ultimo numero di thema

BACHECA THEMA