Sordo Madaleno Arquitectos- Iglesia José María Escrivá – Santa Fe- México

 

Ubicata in uno spazio urbano recuperato in Santa Fe, la chiesa e centro sociale José María Escrivá sono costruiti sul rapporto tra l’architettura e la luce. Il concept di progetto inizia con la ripetizione di sette rettangoli sui quali sono tracciate due linee, che richiamano le forme del pesce simbolo Ichthus. Queste curve si innalzano, trasformandosi in rette diagonali, intersecate tra loro in modo da formare una croce di luce. All’esterno, questa unione geometrica genera due manti curvi ricoperti con pannelli di zinco, i quali generano un’interessante tessitura che varia con il percorso del sole. L’interno è rivestito con fasce  con di legno ben adattate alle pareti curve, che si ergono senza toccarsi e permettono l’ingresso della luce.

 

 

Nella facciata esterna, le “squame” di zinco creano una pelle isolante e flessibile che distingue la struttura dal basamento, definito da una serie di varie terrazze dove crescono ulivi e altre piante. L’edificio principale determina la forma del complesso, con un nartece che spicca per la sua altezza e organizzazione spaziale, mentre le porte automatiche che si aprono verso l’atrio laterale suggeriscono una relazione con l’esterno. Nell’estremo opposto si collocano i confessionali, la sagrestia ed il coro, con lucernai e aperture che creano un interessante gioco di luci e ombre e garantiscono la privacy e l’indipendenza di cui tali spazi hanno bisogno.

Questa distribuzione spaziale permette l’interazione dell’atrio con  la piazza antistante,  dove il campanile si innalza come un punto di riferimento della chiesa. La grande scalinata presente nel patio porta ad un livello inferiore dove si trovano gli spazi che completano il programma funzionale; qui sono presenti la libreria, gli uffici parrocchiali, il centro di formazione, ed una piccola cappella sotto il presbiterio e la cripta del rosario, realizzata in granito e con nicchie in onice. Questi spazi sono integrati nella concezione formale della chiesa, che è generata dall’intersezione degli elementi curvi. Il volume verticale, diventa un unicum nel profilo urbano di Santa Fe e di Città del Messico.

testo fornito dallo studio Sordo Madaleno Arquitectos

 

traduzione a cura di Eugenia Maria Di Biase e Gianfranco Troiano

 

 

 

 

 

TEAM CREDITS
Architectural Project Sordo Madaleno Arquitectos

President: Javier Sordo Madaleno Bringas

Architecture Leader: Javier Sordo Madaleno de Haro

Project Leader: Jorge Isaías Guerrero

Program Church

Construction Area 4,671 m2

Termination Date 2009

Status Built

Location Mexico City, Mexico

Architectural Team Design Manager:

Jaime Krasowsky

Engineering Coordination: Marcos Hernández Rodríguez

Engineering Team: MarioRogero Jiménez

Construction Coordination: Octavio Sánchez

Media & Marketing: Rosalba Rojas, María Luisa Guzmán

Design Team: Octavio Sánchez A, Héctor Delmar, Jorge Jiménez B., José Luis Santillan, Cristopher Vargas, José Luis Trujan

Interior Design Sordo Madaleno Arquitectos- Maria del Carmen Cantú

Structural Engineering Javier Ribé

Façade Engineering Sordo Madaleno Arquitectos Peñoles

Air Conditioning Engineering IACSA

Systems & Special Engineering Innovative Design

Lighting Engineering Luz y Forma Luis Lozoya

Audio & Video Consultant Saad Acústica Omar Saad

Landscape Consultant SMA

Construction GUTSA

 

Condividi articolo
Share on facebook
Facebook
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp
Articoli correlati