È stato presentato il 19 settembre a Milano il programma delle attività e dei progetti della Fondazione Culturale San Fedele per la stagione 2019-2020. Un consueto mix di eventi culturali, conferenze, occasioni formative e attività sociali, all’incrocio tra arte, spiritualità e giustizia, promosso dal Centro dei gesuiti che da oltre 70 anni opera nel cuore di Milano.

«Prendete le radici e portatele avanti per dare frutto, e anche voi diventerete radici per gli altri»: sono parole di papa Francesco, che il presidente della Fondazione, il gesuita Giacomo Costa, ha citato in apertura per sottolineare la particolare ispirazione che in questo nuovo anno sociale orienta il San Fedele: «Molti dei nostri progetti e attività – ha spiegato – vanno nella linea di una crescente centralità data ai giovani e alla loro formazione, così come a un fecondo rapporto tra le generazioni». Costa ha anche sottolineato l’impegno a comunicare in modo sempre più efficace la ricchezza e la poliedricità del San Fedele: «In questa direzione vanno sia la pubblicazione della seconda edizione del Bilancio sociale, con un focus sulla sostenibilità, sia il completo restyling del sito www.sanfedele.net, che sarà online nella nuova versione tra pochi giorni».

Hanno poi preso la parola i responsabili dei vari ambiti e progetti in cui si articolerà la programmazione: Enrico Maisto, coordinatore di San Fedele Cinema, ha presentato il nuovo contenitore XXL – STORIE INFINITE, dedicato alle opere che debordano dai formati tradizionali; il primo appuntamento sarà, a partire dal 3 novembre, la proiezione integrale di tutto Heimat 2, il capolavoro di Edgar Reitz considerato “la madre di tutte le serie”; Antonio Pileggi, responsabile di San Fedele Musica, ha illustrato il palinsesto di INNER_SPACES, rassegna di musica elettronica con ospiti internazionali, giunta alla sesta edizione, al via lunedì 30 settembre; Andrea Dall’Asta, responsabile di San Fedele Arte, ha presentato le principali mostre in programma in autunno in Galleria e le novità relative al Museo San Fedele Itinerari di Arte e Fede; infine, Giuseppe Riggio, caporedattore di Aggiornamenti Sociali, ha spiegato obiettivi e significati di un evento nazionale, il Forum di Etica Civile, che si svolgerà a Firenze il 16-17 novembre e che vede la rivista edita al San Fedele tra i promotori.

In conclusione, dopo la lettura di un messaggio di saluto inviato dall’Assessore all’Autonomia e Cultura della Regione Lombardia, Stefano Bruno Galli, è intervenuto Andrea Minetto, Responsabile progetti speciali dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano: «Resto sempre colpito – ha detto – dalla multidisciplinarietà delle proposte della Fondazione, dalla capacità di mettere in dialogo arti diverse, di coinvolgere nei progetti anche soggetti esterni e di proporsi come un luogo che, pur essendo al centro della città e dei processi culturali, è anche capace di mantenere uno sguardo aperto sulle periferie, sui linguaggi sperimentali, su ciò che non è mainstream». Facendo riferimento anche al Bilancio sociale, Minetto ha concluso «elogiando la capacità di programmazione e di riflessione, un contributo prezioso per la città».